Varietà!

Franco pensava che la vita fosse tutta qui. Il solito tizio ambiguo con gli occhiali scuri che passa tutte le mattine due ore allo stesso tavolino, le tre amiche anziane che prendono il cappuccino in silenzio, i due fidanzati che guardano il computer e si abbracciano di continuo. E lui a fare caffè e scontrini a ripetizione in questo bar con wifi del centro. Lavorava lì da cinque anni e si stava rassegnando alla routine. Niente di che: non voleva né scappare né lamentarsi, la vita così gli piaceva per la maggior parte del tempo. Però la noia c’era e lui se ne sentiva assuefatto.

Fino a ieri quando è entrato nel caffè con wifi un tizio con un berretto giallo e una tuta da lavoro, barba rossa e occhi sul verde, poteva essere uno scozzese, insieme a un collega alto e dinoccolato dalla pelle scura. Il tizio scozzese ha chiesto a Franco se potessero entrare un momento nel locale con una grossa gabbia di metallo: dentro c’era un piccolo ippopotamo. La portavano a fatica, l’ippopotamo da solo pesava circa cinquanta chili ed era un cucciolo. Sperduto ma tutto sommato calmo. Franco ha capito in quel momento quanta varietà ci sia in un bar con wifi.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s