Dal vet

Entro e siamo soli, Cosimo, il mio gatto, e io. Dopo un po’, entra Elsa con il cane Ricky.

Ha undici anni e trema: è un cane cardiopatico.

Dopodiché, arriva la signora Gina per la ricetta della sua gatta di vent’anni. Dice: “noi in famiglia siamo sempre stati con gli animali, questa gatta l’abbiamo trovata incastrata in soffitta”.

Poi entra Alberto con due cuccioli e sua figlia Alice che ne tiene altri due in trasportini a tracolla, e c’è anche Anna, la madre, con la mamma gatta nella gabbietta. Controlli di routine.

C’è il grande Tobia, un gigantesco, tenero pastore maremmano spaparanzato sul tavolo delle visite. E c’è un gatto rosso tigrato con Justine che è portoricana e tiene in braccio il suo bambino di tre mesi e fa effetto vedere un essere umano più piccolo di età e di dimensioni rispetto a un gatto europeo.

Infine Cara, che ha dodici anni e ha passato la notte a miagolare: una gatta grigia e bianca con lo sguardo triste.

Cosimo osserva tutti e resta in silenzio. Sono i suoi primi mesi di vita e comincia a esplorare il mondo degli altri animali, a capire se può fidarsi di me e della città.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s