Il topo sul tetto.

Il topo sul tetto cerca un varco per entrare.

Vuole entrare, fa di tutto per entrare, si scortica le unghie per grattare le tegole e trovare un buchino per entrare.

Quello che non sa è che dentro non troverà nulla, dentro la cascina troverà solo il gatto. Mosso da un impeto di generosità involontaria, il gatto lo vede e si mostra a lui attraverso il piccolo buco che il topo sta scavando. Lo guarda, non parla, ma è come se dicesse:

– Vattene o ti mangio!

O per meglio dire:

– Ti mangio!

Il “vattene” l’ho immaginato io. Nella realtà il topo è uno stolto e finisce in pasto al gatto. O per meglio dire, è se stesso e così vanno le cose nella Natura.

In questa favola però invece il topo scappa, salta giù, trova un balconcino, salta ancora giù, ritrova la via di casa sua. Niente di che, casa sua. La fogna del paese. Tuttavia, continua a vivere insieme ai suoi amici, con un’avventura in più da raccontare.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s