La vespa Teresa.

AH, giro per il cielo dopo mesi passati nel nido, mi tolgo la polvere dalle ali e so del potere del mio pungiglione. Sono forte, vivace. Mi confondono spesso con le api ma non siamo la stessa cosa. Di questo, a essere sincera, mi dispiaccio. Vorrei poter fare il miele. Ma amen. Mi godo il mio destino di vespa. Sono buona e mi diverto a volare, annusare le cose, i muri soprattutto.

Posso pungere, fare anche molto male, ma solo per legittima difesa. Di mia iniziativa, non nuoccio mai. Sono curiosa, disponibile, sociale. Mi cercano spesso, gli altri animali, ma qualche volta mi tocca proteggermi perché ci prendono gusto a rincorrermi e sfruttare la mia giocosità nel volare. Una volta una gatta su un balcone si è molto offesa perché le ho punto il muso. Non si è resa conto che mi tormentava e mi voleva prendere a zampate: io quello non lo chiamo giocare e me ne sono scappata via.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s